Domus Palatina

Domus Palatina

La Casina Delle Civette

N

el quartiere Nomentano, all’interno della verde Villa Torlonia, sorge una curiosa costruzione che ha del fiabesco. La Casina delle Civette non ha nulla a che vedere con gli stili architettonici tipici di Roma.

Questo perché nel 1840 il principe Giovanni Torlonia affidò all’architetto paesaggista Giuseppe Jappelli l’ideazione di un luogo di evasione rispetto all’ufficialità della residenza principale.

Inizialmente, il risultato fu quello di una ottocentesca “Capanna Svizzera”, un romantico rifugio di sapore alpestre di impronta volutamente rustica.

Tuttavia, già dal 1908 Giovanni Torlonia jr cominciò a ordinare di trasformare radicalmente l’edificio, con tanto di denominazione di “Villaggio Medioevale”. Quello che era un rifugio divenne una residenza con grandi finestre, loggette, porticati, torrette, decorazioni a maioliche e vetrate colorate. A causa del ricorrere del tema della civetta nel mobilio e nelle decorazioni (simbolo esoterico amato da Giovanni Torlonia jr), dal 1916 la costruzione cambiò di nuovo nome divenendo il “Villino delle Civette”.

.

Copyrright: www.wepress.news/la-casina-delle-civette-roma-un-angolo-medioevo-villa-torlonia/

Purtroppo fatti storici non ne hanno aiutato la conservazione. Prima l’occupazione delle truppe anglo-americane, poi l’incendio del 1991 insieme a furti e vandalismi, ne resero disastrose le condizioni. Tuttavia, un meticoloso e documentato lavoro di restauro durato dal 1992 al 1997, ha fortunatamente dato nuova vita a quella che è oggi nota come la Casina delle Civette.

Fonti:
https://www.361magazine.com/viaggi/13-luoghi-magici-inusuali-visitare-roma//